Acqua minerale: come leggere l’etichetta – Le acque minerali non sono tutte uguali, anche se spesso nella frenetica corsa all’acquisto si mette nel carrello il primo fardello che capita sotto agli occhi o semplicemente si sceglie in base all’offerta.Acqua minerale come leggere etichetta

Eppure se ci si sofferma e si consultano le etichette di ciascuna ci si rende facilmente conto di quanto non sia veritiera la frase “l’una vale l’altra”. L’acqua è indispensabile per il nostro organismo e per la nostra salute, e lo è ancor di più se siamo in grado di scegliere quella più adatta alle nostre esigenze e peculiarità.

Il primo step è certamente leggere l’etichetta in quanto essa classifica in modo univoco tutte le caratteristiche e i vari elementi presenti all’interno dell’acqua minerale in questione.
   ATTENZIONE: SE COMPRI SU AMAZON, LA SPESA TI ARRIVA A CASA E CI RISPARMI PURE. CLICCA QUI PER FARE LA SPESA COMODAMENTE DA CASA 
Consigli sulla scelta dell’acqua Ecco un valido aiuto per la vostra scelta: le caratteristiche più importanti alle quali fare riferimento per una scelta ad hoc per il vostro organismo.

Approfondimenti:

Residuo fisso

Il residuo fisso indica la quantità presente di sali minerali. Se il valore è elevato maggiore è la quantità di sali disciolti in un singolo litro d’acqua. Ottenere questo valore è abbastanza semplice: occorre portare a temperatura dell’acqua a circa 180°, lasciandola evaporare. Quello che resta è, appunto, il residuo fisso.

Questo valore, espresso in mg/L, classifica le varie acque minerali in:

  • Minimamente mineralizzata, se il valore non supera i 50 mg/L. E’ un’acqua leggera e delicata, povera di sali minerali. E’ quindi ideale per neonati e per chi soffre di ipertensione o calcolosi renale: rappresenta il 9% delle acque in commercio e stimola la diuresi.
  • Leggermente mineralizzata o oligominerale, se il valore è inferiore ai 500 mg/L. Contiene poco sodio ed è l’ideale per favorire la diuresi e, come per la precedente, è particolarmente indicata per chi soffre di calcolosi renale o ipertensione.
  • Mediominerale, se il residuo è compreso tra 500 e 1000 mg/L. I sali minerali sono presenti in discreto numero, quindi quest’acqua è indicata per gli sportivi ed, in special modo, nel periodo estivo, al fine di reintegrare i minerali persi con la sudorazione.
  • Ricca di sali minerali, se i sali sono superiori a 1000 mg/L. Solitamente si acquista in farmacia poiché si tratta di un’acqua terapeutica, bevibile solo su consiglio medico in quanto favorire l’insorgere di calcoli renali.

pH

 I dati sul pH ci informano circa l’acidità dell’acqua e sull’etichetta vengono riportati con la scritta “pH alla temperatura dell’acqua di sorgente”. I valori del pH possono essere classificati in base ad una scala che va da 0 a 14. 0 vuol dire massima acidità e 14 massima basicità. Esattamente la metà, quindi il valore 7, è neutrale ed è il valore dell’acqua distillata a 25°. In commercio vi sono acque minerali che vanno essenzialmente da 6.5 a 8.0 di pH. Una buona acqua, cioè che porti benefici al nostro organismo, dovrebbe essere alcalina, cioè avere un pH maggiore di 7.

Conducibilità elettrica

Il valore della conducibilità elettrica è proporzionale all’aumento di sostanze minerali nell’acqua. Quindi più alto sarà il valore della conducibilità, e maggiore sarà la presenza di minerali. In commercio si va da un valore di 100 ai 700 µS/cm.

Durezza

La presenza di calcio e magnesio è proporzionata al valore della durezza dell’acqua. Essa si esprime in gradi francesi e più è alto il valore più l’acqua è calcarea. Non esiste un valore limite, ma è consigliato l’intervallo che va dai 15 e i 50 °F. In ogni caso, in termini sanitari non sono previste problematiche, ma il sapore dell’acqua sarà diverso.

Nitrati

Se presenti in dose eccessiva possono creare problemi al trasporto dell’ossigeno del sangue. Ecco perché occorre far attenzione soprattutto per i neonati e i bambini. La dose consigliata in questo caso è di 10 mg/L (fino ad un massimo di 25 mg/L), mentre per gli adulti i valori limite si alzano a 45 mg/L.

Approfondimenti:

Concludendo, è piuttosto difficoltoso scegliere l’acqua più adatta al proprio organismo, ma con questo articolo speriamo di avervi chiarito un po’ le idee e aver svegliato in voi l’interesse verso i componenti dell’acqua che bevete ogni giorno. Leggere le etichetta dell’acqua minerale che acquistate può migliorarvi la vita.