Acqua Sveva – caratteristiche, opinioni e prezzo

L’acqua Sveva è un’acqua minerale effervescente naturale proveniente dal suggestivo entroterra della Basilicata. La zona dove sgorga si trova in provincia di Potenza ed è legata alla gloria degli antichi imperatori svevi e alla maestà del vulcano Vulture che, da secoli, la custodisce come un tesoro raro e prezioso.

Quest’acqua scorre lenta lungo le rocce del vulcano e durante il percorso si arricchisce di sali minerali importanti come il calcio, che la rende ideale per chi vuole prevenire l’osteoporosi partendo dalle scelte alimentari quotidiane.

 

Acqua Sveva – per chi è adatta

Acqua caratterizzata da un alto contenuto di calcio, è ottima per gli sportivi e per chi, superati i 40 anni, vuole prevenire in maniera naturale problemi alle ossa.

Trattandosi di un’acqua effervescente naturale, contraddistinta quindi dalla presenza di anidride carbonica già alla fonte, aiuta molto la digestione. A favorirne l’efficienza ci pensa in particolare il bicarbonato che, come si può vedere leggendo l’etichetta, è presente in grandi quantità per ogni litro.

Dal momento che stimola la secrezione dei succhi gastrici, dovrebbe essere evitata da chi ha problemi di acidità di stomaco.

Povera di sodio e quindi perfetta per chi vuole tenere sotto controllo la salute del cuore e prevenire gli episodi di gonfiore, grazie alla presenza di anidride carbonica alla fonte è molto più sicura di altre acque per quanto riguarda l’igiene.

Il buon contenuto di potassio la rende infine utile per combattere il rischio di vertigini e svenimenti.

 

Provenienza e storia

L’acqua Sveva proviene da una delle zone più belle dell’entroterra lucano. Sgorga infatti dalle fonti del vulcano Vulture (il nome del monte deriva dalla parola latina vultur, che significa avvoltoio), oggi spento. Meraviglioso con la sua particolarissima struttura stratificata, il vulcano domina l’area con la sua imponenza e rappresenta una fonte di vera ricchezza per la zona.

Dalle terre che lo circondano arrivano infatti oli e vini molto pregiati e, come già detto, lungo le sue rocce sgorga un’acqua ricchissima di sali minerali, che viene imbottigliata senza alterare i valori alla sorgente.

Per apprezzare ancora di più le bellezze naturali di quello che è il più grande bacino idrico d’Italia (la zona del monte Vulture detiene circa il 30% della riserva nazionale), si può fare un giro nell’area dei Laghi di Monticchio.

Situati in un cratere del vulcano Vulture attraversato da una lingua di terra, sono famosi per la presenza di meravigliose ninfee bianche che galleggiano silenziose sullo specchio d’acqua.

 

Caratteristiche chimico – fisiche

Temperatura (°C): 18,6

Concentrazione ioni idrogeno: 6,25

Residuo fisso a 180°C (mg/l): 1356

Conduttività a 25°C (µS/cm): 1854

Durezza (°F): n.d.

Anidride carbonica libera (mg/l): 1900

Ossigeno disciolto (mg/l): n.d.

Ossidabilità (mg/l): n.d.

Calcio (Ca++): 241

Magnesio (Mg++): 39,9

Sodio (Na+): n.d.

Potassio (K+): 52

Bicarbonato (HCO3-): 1280

Solfato (SO4–): n.d.

Cloruro (Cl-): n.d.

Nitrato (NO3-): 3

Fluoruro (F-): 1

Litio (Li+): n.d.

Stronzio (Sr++): n.d.

Nitriti (NO2-): n.d.

Ammonio (NH4+): n.d.

Ioduro (I-): n.d.

Bromuro (Br-): n.d.

Silice (SiO2): n.d.

Idrogeno Solforato : n.d.

Grado solfidrometrico (H2S): n.d.

 

Non c’è che dire: l’acqua Sveva è un vero elisir di salute, da provare per risvegliare la digestione e sentirsi meglio in generale!

Leave a Reply